Criteri di accettazione delle iscrizioni

Al fine di favorire una scelta consapevole da parte delle famiglie, in una logica di massima trasparenza, pubblichiamo i criteri di accettazione delle iscrizioni alle classi prime del nostro istituto.

Ogni indirizzo e corso di studio gode di pari dignità. 

Per ciascun anno scolastico, tenuto conto della reale situazione degli spazi e di conseguenza della capienza massima della scuola (studenti, insegnanti, personale, ATA), dopo aver collocato in tali spazi le classi dalle future seconde alle future quinte e quindi determinato gli spazi a disposizione delle future prime e quelli compatibili con le eventuali rotazioni, si terrà conto di quanto segue: 

  1. le classi prime (comprensive della previsione dei ripetenti) saranno costituite da un numero minimo di 27 fino ad un massimo di 30 alunni (salvo motivate eccezioni), onde evitare in futuro l’accorpamento delle classi; 

  2. sommando gli alunni delle classi dalla seconda alla quinta a quelli delle future prime, comprensivi della previsione storica dei ripetenti, non si dovrà in alcun modo superare il numero degli alunni risultanti dalle tabelle del rapporto spazi/alunni dati dal documento sulla sicurezza. 

  3. nel rispetto del criterio precedente bisognerà garantire almeno una classe per indirizzo; 

  4. l’assegnazione di ulteriori classi si effettuerà partendo dal numero degli iscritti per indirizzo. 

Successivamente all’assegnazione delle classi prime, in caso di esubero degli iscritti, si procederà secondo i seguenti criteri: 

  1. precedenza agli studenti diversamente abili; 

  2. studenti che risiedono nel comune di Tradate; 

  3. studenti che nel corrente anno scolastico hanno un fratello/sorella che frequenta l’Istituto; 

  4. applicazione dei criteri di viciniorietà (tra i Comuni della sede del Liceo Curie e quello più vantaggioso tra residenza e scuola secondaria di primo grado frequentata all'atto della richiesta di iscrizione), all’interno di ciascun indirizzo, tenendo conto (a parità di lontananza) della raggiungibilità (con i mezzi pubblici) della nostra scuola e delle possibili scuole alternative alla nostra;

  5. al criterio della viciniorietà, viene aggiunta la clausola che la scuola darà precedenza agli studenti residenti in Provincia di Varese, "fatto salvo l'accoglimento degli studenti della provincia di Como residenti in comuni serviti dalle Ferrovie Trenord";

  6. in caso di pari punteggio nelle ultime posizioni utili, si procederà tramite sorteggio pubblico alla presenza del dirigente scolastico (o di uno dei suoi collaboratori), di un rappresentante del personale ATA, di un docente e di un genitore degli alunni attualmente iscritti.